martedì 27 aprile 2010

momenti

leggere un libro non è un'esperienza riproducibile.

è un viaggio, una magia, in cui ogni fattore ha un ruolo fondamentale.
ogni volta che apri un libro, sei diverso - e diverso sarà il libro.
il libro lo costruisci tu, lo determini, lo animi, lo vivi.
nel mondo che crei, ti oggettivi.
ti alieni, se vuoi metterla così.

alcuni libri vanno riletti,
tante tante volte.
altri no:
la magia dura un attimo, e non puoi replicarla.

5 commenti:

  1. "la lettura è solitudidine. Si legge da soli anche quando si è in due"

    RispondiElimina
  2. calvino è geniale - qui come in tutto il libro!

    RispondiElimina
  3. ...mi sembra di sì... "se una notte d'inverno un viaggiatore", direi. ma in realtà non sono proprio proprio sicura!

    RispondiElimina
  4. pensavo fossi tu!

    RispondiElimina